Suggerimenti per un laboratorio “della scuola”

a cura di Francesca Davida Pizzigoni

La scuola è l’ambiente che gli alunni vivono tutti i giorni, per diverse ore al giorno.

Essa, sia con la sua struttura che con i suoi contenuti, può divenire un valido strumento per “allenare l’osservazione”  degli alunni, per insegnare loro a cogliere aspetti artistici (ad esempio fregi, capitelli, cornici…), storici, estetici. Questo tipo di attività può rappresentare inoltre un valido mezzo anche per imparare a “interrogare” un oggetto o un’opera d’arte e imparare a trarre da essi informazioni. Tale metodo è alla base del metodo oggettivo (che parte dall’osservazione diretta),  che permette all’alunno di essere protagonista attivo del proprio apprendimento e di applicare in seguito, in maniera induttiva, quello che ha appreso ad altri campi o ad altri fenomeni.

Cosa osservare dunque dentro la scuola? Gli oggetti didattici storici!
Oltre ad essere di solito di eccellente fattura artistica (i tabelloni didattici erano realizzati spesso da pittori), essi possono essere spunto per diversi laboratori artistici. E possono facilitare la realizzazione di attività interdisciplinari.

—————————————-

Come impostare una lezione? un esempio